Sotto le rughe l’allarme botulino

19 aprile 2007 10:48 0 commenti

Condividi questo articolo

Autore:

La Stampa – 19 Aprile 2007

 

Lo specialista : si devono bandire i “filler”.
Denunce sui forum: troppi effetti collaterali


È una festa con luci soffuse, champagne e tanti buoni amici, tutti con lo stesso problema: le rughe. A un certo punto arriva il chirurgo estetico e, con sottofondo musicale, distribuisce le minuscole iniezioni che restituiscono la giovinezza (trovate le cronache su internet).

Le celebrità, com’è ovvio, preferiscono la privacy delle cliniche come quella di Jean-louis Sebagh, pioniere dei trattamenti beauty (liste d’attesa a Londra e a Parigi) che si è preso cura di Madonna, Cindy Crawford e Meg Ryan. Anche se le star hanno almeno una cosa in comune con le donne “normali”: sono disposte a tutto per una ruga in meno. Sono disposte ad ammalarsi. A passare grossi guai. E il punto di questi guai, lo fa oggi, all’Istituto Superiore di Sanità, il convegno dell’ISPLAD su “Terapie estetiche. Reazioni avverse ed effetti collaterali.

In parole povere, i disastri che il tentativo di essere più belle continua a provocare. Filler, laser, peeling e reazioni a cosmetici. Se negli anni scorsi grande imputato è stato il silicone, adesso Antonino Di Pietro, dermatologo, presidente dell’ISPLAD, punta il dito contro tutti i filler non riassorbibili, che considera ad altissimo rischio. I casi sono aumentati del 300% in tre anni: volti gonfi, deformati da granulomi. Dice Di Pietro: chiederemo che questi filler siano messi al bando.

Nel frattempo il re dei trattamenti estetici è diventato il botulino, la tossina che, previa spesa di 500-700 euro, paralizza per un periodo di tre-sei mesi i muscoli del viso, cancellando i segni d’espressione. La tossina dei miracoli.

I tutti i sensi. Se l’Allergan, produttrice del farmaco, è diventata un colosso, (oltre 600 milioni di dollari l’anno già nel 2005, i ricavi delle applicazioni negli USA aumentati del 1.500%).

Con un marketing rassicurante: niente rughe, subito! Niente effetti collaterali.

Sul sito americano si elencano le star felicemente botulinizzate, da Sylvester Stallone a Cher, da Liz Hurley alla scatenata Kim Cattral di “Sex and The City”.

Un’occhiata al foglietto illustrativo che accompagna il farmaco può suscitare però qualche preoccupazione. Il famoso “bugiardino”, per esempio, dice che il rischio di astenia e debolezza muscolare potrebbero rendere pericolosa la guida dei veicoli. Incidenti stradali dopo la pausa pranzo dedicata al trattamento? Forse è una preoccupazione esagerata. Qualche lamentela si trova nei forum americani, che collezionano un bel campionario di problemi: mal dio testa, dolore al volto, eritema.

Per curiosità, ecco i siti (www.ncbi.nlm.nih.govwww.dermatologytimes.comwww.cosmeticenhancement-sforum.com).

Esperti autorevoli come Emanuele Bartoletti e Nicolò Scuderi ribadiscono che il botulino non è pericoloso. Certo, una quantità eccessiva o un’iniezione nel muscolo sbagliato possono provocare assimetrie o effetti paralizzanti poco simpatici (vedi Carmen Di Pietro che, arrabbiatissima, si è fatta fotografare su Chi).

Il rischio, semmai, è che, vista la facilità del ringiovanimento, saltino le precauzioni. Spiega Di Pietro: il farmaco è stato autorizzato solo per attenuare il segno d’espressione tra le sopracciglia (il termine tecnico è rughe glabellari). Invece è usato anche per le zampe di gallina o i segni d’espressione attorno alla bocca. Come nel caso dei filler o del silicone, le donne sanno veramente quello che fanno? Alba Parietti continua a ripetere che se avesse capito bene a che cosa andava incontro, non avrebbe gonfiato così tanto le labbra.

Nel forum americano ci sono anche casi di “resistenza” (il botulino non fa più effetto, perché l’organismo produce anticorpi) e c’è persino una sciagurata che dichiara di voler aumentare il dosaggio all’infinito, a suo rischio e pericolo. Allora, il vero problema diventa la dipendenza. Come l’alcol e la droga. Una volta che hai cominciato, confessa Drew Barrymore, non puoi più smettere. Fai qualsiasi cosa, collagene, metacrilato, filo d’oro. Ma per questo non serve il chirurgo. Ci vuole, decisamente, lo psichiatra.

Di Roselina Salemi

Lascia il tuo commentoPer lasciare un commento devi essere un utente registrato. Clicca qui


Altre news

  • News Botulismo: scoperto come entra in circolo la tossina

    Botulismo: scoperto come entra in circolo la tossina

    Scoperta la strategia attraverso la quale la tossina batterica che causa il botulismo entra in circolo dopo essere stata assorbita dalla mucosa intestinale. Lo ha annunciato un nuovo studio della Irvine School of Medicine dell’Università della California.

    Leggi il seguito →
  • In evidenza Donne “Botox-immuni”: l’uso eccessivo del farmaco sta mutando il corpo delle donne

    Donne “Botox-immuni”: l’uso eccessivo del farmaco sta mutando il corpo delle donne

    Come molte altre donne, Frankie Waring era convinta che avrebbe potuto contare sul Botox per tenere le rughe a bada. Per questo motivo, quando all’età di 24 anni, la giovane ha iniziato ad avere le prime rughe tra fronte e sopracciglia – come conseguenza, secondo i suoi sospetti, dell’esposizione della pelle agli elementi durante la passeggiate a cavallo – Frankie non ha avuto alcuna esitazione.

    Leggi il seguito →
  • In evidenza Botulino rende depresse per l’impossibilità di sorridere

    Botulino rende depresse per l’impossibilità di sorridere

    Il botulino è uno dei farmaci più utilizzati dalla medicina estetica per la riduzione delle rughe e delle linee del viso. Le donne che si sottopongono a iniezioni regolari della tossina botulinica per eliminare i segni del tempo sarebbero più inclini a cadere in depressione, e ciò sarebbe dovuto all’impossibilità di poter sorridere correttamente. Il trattamento infatti, inibisce temporaneamente alcuni muscoli del viso, interrompendo i segnali inviati al cervello quando ci sentiamo felici e vogliamo sorridere. Queste sono le conclusioni […]

    Leggi il seguito →
  • News Il Massachusetts approva l’utilizzo del Botox da parte dei dentisti

    Il Massachusetts approva l’utilizzo del Botox da parte dei dentisti

    Di Kelly Soderlund, ADA News Boston – I dentisti del Massachusetts possono somministrare Botox e filler ai pazienti come parte del loro trattamento odontoiatrico, a seguito di una nuova politica di regolamentazione dello stato. Il Consiglio di Registrazione in Odontoiatria del Massachusetts ha approvato la politica all’unanimità il 6 marzo, unendosi ad almeno altri 20 stati che hanno affrontato la questione della somministrazione da parte di dentisti della tossina botulinica, il nome clinico per ciò che è comunemente noto come […]

    Leggi il seguito →
  • In evidenza Il botox blocca il viso e il sorriso. E così ci sentiamo più depressi

    Il botox blocca il viso e il sorriso. E così ci sentiamo più depressi

    Lo studio dell’Università di Cardiff. Le punturine ‘surgelano’ i muscoli della faccia e impediscono i movimenti spontanei. In questo modo ‘tagliano’ quei segnali che arrivano al cervello quando ridiamo e ci sentiamo più felici. Una scoperta che non piacerà alle star di Hollywood botulino-dipendenti CONTRORDINE anche se regala  l’illusione di essere più giovani e belli, il botox potrebbe farci deprimere. Le signore che scelgono le famose iniezioni per sbarazzarsi di qualche rughetta hanno più possibilità di ammalarsi di depressione. Il […]

    Leggi il seguito →
  • In evidenza Comunicazione AIFA ed EMA sui rischi dell’uso off-label di NeuroBloc, la tossina botulinica di tipo B

    Comunicazione AIFA ed EMA sui rischi dell’uso off-label di NeuroBloc, la tossina botulinica di tipo B

    L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) e l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) a febbraio hanno diffuso una comunicazione relativa ai rischi associati all’uso off-label di NeuroBloc (la tossina botulinica di tipo B).

    In sintesi la nota informativa avvisa che NeuroBloc (tossina botulinica di tipoB) è indicato esclusivamente per il trattamento della distonia cervicale (torcicollo) negli adulti.

    Leggi il seguito →
  • In evidenza Allergan chiude un caso di somministrazione di Botox in Oklahoma

    Allergan chiude un caso di somministrazione di Botox in Oklahoma

    Di Margaret Cronin Fisk – February 26, 2013 02:56 ET Allergan Inc. (AGN) ha raggiunto durante il processo un accordo confidenziale con la madre di un bambino di 6 anni dell’Oklahoma che respira grazie ad un respiratore artificale dopo che gli è stato iniettato del Botox. La madre di Jackson Wells ha dichiarato che l’iniezione, effettuata per il trattamento della spasticità nelle gambe, ha causato lo sviluppo del botulismo acuto, rendendolo incapace di respirare da solo. Jessica Wells ha anche […]

    Leggi il seguito →
  • In evidenza Dermatologi: Tossina Botulinica, allarme caduta capelli

    Dermatologi: Tossina Botulinica, allarme caduta capelli

    Il problema della calvizie è in costante aumento, a dimostrarlo il crescente ricorso a trattamenti anti caduta e la sempre maggior richiesta di trapianti. Si è lungamente parlato di diverse cause che portano alla perdita di capelli: ereditarietà, carenze alimentari, stress, problemi ormonali o medicinali, infezioni, ma sinora pochi hanno puntato il dito sull’impiego del botox.

    Leggi il seguito →
  • In evidenza Che bella quella ruga

    Che bella quella ruga

    La bellezza non è un viso liscio e senza rughe a tutti i costi. Il più grande errore è proprio quello di pensare a un’immagine della bellezza standard e uniforme, di pensare che un viso a 50-60 armi debba essere come quello di 20-30 anni. Perché ogni età può e deve avere una sua bellezza. E questo è possibile se impariamo a scoprire e valorizzare le caratteristiche e i segni che appartengono a ogni età della nostra vita.

    Leggi il seguito →
  • News Il Prof. Antonino di Pietro presenta il suo libro “Botulin Free”

    Il Prof. Antonino di Pietro presenta il suo libro “Botulin Free”

    Milano, 14 novembre 2012 – Nell’ambito della manifestazione BookCity Milano, in programma nel capoluogo lombardo dal 16 al 18 novembre, sabato 17, alle ore 11, presso l’Università Statale Ca’ Granda – Aula Milani in via Festa del Perdono 7, il Prof. Antonino di Pietro, dermatologo e presidente fondatore di ISPLAD, presenterà il suo libro “Botulin Free – Tutta la verità sulle iniezioni antirughe: come restare giovani senza rischiare bellezza e salute” edito da Sperling & Kupfer.

    Leggi il seguito →
  • In evidenza Discesa al terzo posto la richiesta di botulino antirughe

    Discesa al terzo posto la richiesta di botulino antirughe

    In un recente congresso di Medicina Estetica, svoltosi a Milano, sono stati riportati i dati di una indagine fatta sulle terapie antiaging più richieste nell’ultimo anno e, a sorpresa, risulta che il botulino (iniettato come antirughe) è sceso dal primo al terzo posto nelle preferenze degli italiani.

    Leggi il seguito →
  • News Botox e Insonnia

    Botox e Insonnia

    Uno studio mondiale sull’Insonnia tra le persone che utilizzano il Botox. Lo studio è stato condotto da eHealthMe ed è basato su 126 report dell’FDA e di persone.  In totale sono stati esaminati 12.604 utilizzatori del Botox. Su eHealthMe, è possibile verificare 40 milioni di effetti collaterali, interazioni farmacologiche,riportati da 6 milioni di persone dal 1977. Tutti gli studi sono personalizzati per sesso ed età e per effetti del farmaco a lungo termine. Che cosa è il Botox Il Botox […]

    Leggi il seguito →
  • In evidenza SALUTE. Di Pietro: “E’ grave, ancora una volta, una comunicazione scorretta sulla tossina botulinica”

    SALUTE. Di Pietro: “E’ grave, ancora una volta, una comunicazione scorretta sulla tossina botulinica”

    Milano, 15 ottobre 2012 – “Ancora una volta devo constatare che si parla della tossina botulinica in modo impreciso e fuori dalle coordinate che dovrebbero essere seguite quando si parla di un farmaco e che sono state sottolineate, anche recentemente, dall’AIFA” – queste le affermazioni di Antonino Di Pietro nel leggere il comunicato stampa in occasione della presentazione del 14° congresso internazionale di medicina Estetica che si aprirà nei prossimi giorni a Milano. “Una comunicazione scorretta che fa ancora riferimento […]

    Leggi il seguito →
  • News L’illusione del Botox

    L’illusione del Botox

    Da qualche anno la tossina botulinica viene utilizzata anche per trattare cefalee ed emicranie: una terapia nata quasi per caso, quando si è visto che i pazienti che si sottoponevano a iniezioni di botox per ragioni estetiche erano meno soggetti a mal di testa. A conti fatti però si tratta di un vantaggio molto limitato.

    Leggi il seguito →
  • In evidenza Brani dal libro “Botulin Free”

    Brani dal libro “Botulin Free”

    Mi sono chiesto quale forza mi stesse trascinando a scrivere un libro così scomodo, capace di attirarmi antipatie tanto nella comunità medica quanto in quella farmaceutica.

    Ho trovato molte motivazioni di natura etica e professionale, ma quella più pressante è stata il disagio che negli ultimi anni vivo nel mio ruolo di medico: non riesco più a rassegnarmi al silenzio.

    Leggi il seguito →